09 luglio 2019

La pazienza di essere raccontati 9 stanze per 9 canzoni

" la pazienza di essere raccontati 9 stanze per 9 canzoni "


stanza 8    "e poi ci pensi un po' "

Camere civico 
Camere civico 15 Palazzo Chianini Vincenzi Arezzo  in collaborazione con Woodworm e Men/Go Festival presenta dal 10 al 30 luglio:


La pazienza di essere raccontati: 9 stanze per 9 canzoni.

In occasione del Men/Go festival e poi per tutto il mese di luglio Camere civico 15 curerà una mostra-istallazione omaggio all'album di Motta Vivere o Morire, il percorso intimo di crescita di un uomo, l'esistenza, l'amore e la propria arte, raccontati attraverso lo sguardo di artisti e artigiani dell'incubatore creativo di Palazzo Chianini Vincenzi ad Arezzo. 
Una galleria di design che si trasforma in un viaggio introspettivo con il racconto per immagini di ogni singola canzone facente parte dell'album, ogni stanza come un mondo a sè, dove le parole, i segni e i significati si moltiplicano in un gioco di rimandi e suggestioni poetiche. 
Venti tra artisti designer e artigiani espongono opere e installazioni legate a temi come la morte, la vita, l'amore, il tempo, il viaggio, presenti nelle canzoni dell'album e altrettanti performer e attori si esibiranno nel corso delle settimane all'interno degli spazi allestiti.

Dal 10 al 30 luglio mostra-istallazione dalle ore 16 alle ore 19,30

Date e orari performance teatrali: 

a cura di Officine Montecristo/Arezzo Crowd Festival
Mercoledì 10 LUGLIO - dalle 18.00
Yes, but why? 
Giovedì 11 LUGLIO - ore 18.00
Ana, Eva, Ketty
Venerdì 12 LUGLIO - ore 18.00
SloWalk
Sabato 13 LUGLIO - orario continuato
Urban Codex

a cura di Interno12
Giovedì e Venerdì 18-19 luglio ore 18.30
Camere poetiche 

26 aprile 2019

REMAKE | La fusione tra classico e contemporaneo
Dal 1 al 19 Maggio 2019
  Sottotetto del Teatro Mario Spina di Castiglion Fiorentino (AR)














LA MOSTRA

Ispirandosi ai grandi maestri del passato, i tre artisti in mostra, approcciandosi con stili e tecniche differenti, danno una rilettura dell’arte classica in chiave contemporanea.

Dipinti o concetti vengono rivisitati e ricontestualizzati, esibendo una visione personale, in un contesto contemporaneo: produzioni dove la visione onirica, l’irriverenza e anche l’aspetto goliardico non passano inosservate. La scelta delle re-interpretazioni è dettata dall’ammirazione e lo studio dei maestri del passato e assume tra gli altri aspetti anche il valore di gesto performativo in cui anche la scelta dell’oggetto/dipinto ad essere azione artistica.


La mostra, patrocinata dal Comune di Castiglion Fiorentino e promossa da Pro Loco, I.C.E.C, Brainstorm ed EffettoK si colloca tra gli eventi del Maggio Castiglionese ed inaugurerà il 1 Maggio alle 10:00 di mattina.

La mostra è inserita nel programma eventi del “Brainstorm – cultura andata e ritorno” che si svolgerà il 19 Maggio.


GLI ARTISTI

Maurizio Rapiti è nato nel 1985 a Sansepolcro (AR), ma vive e lavora a Città di Castello (PG). Si forma artisticamente nello studio del padre Giovanni, specializzato in riproduzione di opere del passato. Parallelamente a questa attività conduce una ricerca complessa e introspettiva, che lo porta a conseguire una cifra stilistica inconfondibile, sospesa tra realismo e surrealismo magrittiano. La sua attività pittorica recente lo vede alle prese con la rivisitazione di capolavori del passato, contemporaneizzati con genio, maestria e rara vena ironica.


Meri Ciuchi nasce ad Anghiari (AR) nel 1970. Vive e lavora a Sansepolcro (AR)
Nel 1994 ottiene il Diploma di Laurea in Scenografia all’ Accademia di Belle Arti di Perugia
Esperimenta l’arte visiva nelle sue varie forme, anche se proviene da studi classici non si identifica in un solo linguaggio tecnico.
Attualmente realizza Installazioni e contemporaneamente testa il linguaggio Poetico.


Laura Serafini, nata a Subbiano ( AR) nel 1965, vive e lavora ad Arezzo. 
Artista figurativa, da anni utilizza mappe, cartamodelli e carte nautiche come supporto privilegiato delle sue opere. Corpi e volti umani disegnati, si sovrappongono lievi e inconsistenti su vecchie carte elevate a ruolo di trama/destino, come un DNA reso visibile con linee, numeri, parole e punti. Nascono così racconti che parlano di identità, legami e ricerca di una piccola particella di mondo a cui appartenere.


ORARI
Dal 1 al 5 Maggio 10.00/12.30 e 16.30/19.30

8,11,12 e 18 Maggio 16.30/19.30

Domenica 19 Maggio 10.00/12.30 e 16.30/19.30

LA LOCATION Sottotetto del Teatro Mario Spina - Via dietro le mura - Castiglion Fiorentino (AR)

03 aprile 2019

CAMERE civico 15

CAMERE  CIVICO 15 

 Camere civico 15
Palazzo Chianini Vincenzi in via Cesalpino AREZZO
Un'ex galleria d'arte che diventa galleria di design, spazio condiviso di studi ed esposizioni artistico-artigianali, che giochi sia sul significato di stanza, luogo intimo vissuto e arredato, che su quello di camera fotografica, il racconto e lo sguardo degli oggetti unici che abitano quello spazio, ma che consenta soprattuto scambio di saperi e collaborazioni tra giovani designer e grandi maestri.
Cerchiamo di mettere a frutto il lavoro fatto in questi anni per il mercato delle pulci, soprattutto i tanti incontri avvenuti nel padiglione vintage-handmade, offrendo la nostra comunicazione e promozione a sostegno di un gruppo di soggetti affini e comunità d'intenti. Solo che invece di una vetrina virtuale ne diamo una bellissima reale, dove quell'oggetto unico di design si vede, si tocca e si può fare racconto.
Naturalmente il filo conduttore della progettazione e il disegno è ancora una volta il riciclo e il riuso.
Expo/market:
- Collezione privata di borse di Marziari Arch. Edoardo
- Calzaturificio Domenico Festa http://www.domenicofesta.com/
- arredamento FLO Design
- Enrique Moya Gonzalez Artist artista
- Fabiana Laurenzi fotografa
- Laura Folli tappeti
- Kimono e Lampade vintage by Elle Vintage
- Lucio Buiolightdesign Malvestiti
- Rastinart shop Gioielli persiani
- Sculture di Cesare del Brenna
- Lamiere e lampade di Claudia Vincenzi
- Quadri materici di Andrea Torelli
- Collezione borse Architetto Silvia Pieraccini
- Costanza Fragalà abbigliamento vintage
- Barbara Ricci abbigliamento vintage
- Ieri oggi e domani di Luana Berneschi
- Mercatino retrò di Claudia Neri
- Borse riciclo @KEMI di Uriele Ivana
https://www.facebook.com/KemiIT/
- Tadà Jewels
- Omaggio a marcello oltrana bianchi
- Installazione piante @TerraPurahttps://www.facebook.com/terrapuratours/
- Arezzo Recupera
- Laura Serafini artista
- Antonella Cedro artista
- Silvia Argilli illustratrice
e non sono ancora tutti...
Finito il market durante i giorni della fiera antiquaria partono ad aprile maggio due corsi, uno di pittura dal vero a cura di Radar (Enrique Moya Gonzalez Artist) l'altro di scrittura con Martina Carnesciali della Holden.
Il resto è tutto da scrivere ma le idee sono già tantissime.
Vi aspettiamo venerdì 5 aprile alle 18,00 per l'inaugurazione e il brindisi offerto da Prodigio Divino
Giulia Bonaccorso Sahara Bi Bruno Tommassini Pugliese Linda Marchi
Silvia Ciarpaglini

AFFLUENTE
60X100

09 marzo 2019

Vernice Art Fair Forlì




STAND 79 
15/16/17 marzo 2019 
Fiera di Forli 




spaziotempo 04
100x60
2019






(intro 02)
100x60
2017

(intro01)
100x60
2017



    ⏩   verniceartfair

biennale di Foiano

Biennale di Foiano 


5° premio 

"l'insostenibile leggerezza dell'essere"60x60
2019
vecchia mappa di Foiano, acrilico, china, carboncino e olio su tela

23 novembre 2018

anime di carta

" anime di carta"
mostra personale

22/28 novembre 2018
Arezzo, Atrio d'Onore della Provincia 
via Ricasoli 44/46





fulcro 01
41x70

visionaria
120x270

LUX


arbitrio
100x60


01 giugno 2018


MONO
CROMO
3 giugno / 1 luglio 2018 
 Galleria SanLorenzo Arte 
Piazza Bordoni 4, a Poppi (Ar), 
collettiva a cura di Silvia Rossi in collaborazione con ExpArt Studio&Gallery.

spaziotempo 02
55x67 anno 2018


Monocromo

Alla Galleria SanLorenzo Arte di Poppi quattordici artisti

indagano la potenza emotiva del colore

Dal 3 giugno al 1° luglio 2018 la Galleria SanLorenzo Arte di Piazza Bordoni 4, a Poppi (Ar), ospita “Monocromo”, collettiva a cura di Silvia Rossi in collaborazione con ExpArt Studio&Gallery.

In mostra le opere di Alessandro Bargellini, Silvia Bruzzi, Maurizio Cargiolli, Cristina Ciabatti, Liana Degan, Elia Fiumicelli, Mario Fois, Maura Giussani, Armano Jericevic, Saverio Magno, Sergio Massetti, Ilaria Paparesta, Valerio Salvadori e Laura Serafini.

L’esposizione, a ingresso libero e gratuito, sarà visitabile tutti i giorni dalle 9 alle 20 con orario continuato.
Domenica 3 giugno, alle ore 17, l’aperitivo inaugurale alla presenza degli autori.

LA MOSTRA
Monocromo” è il titolo e il tema della nuova mostra alla Galleria SanLorenzo Arte, nata dai lavori selezionati con l'omonima open call for artists. 
Quattordici gli artisti scelti per creare una narrazione dalla valenza prevalentemente cromatica, sia che essa si poggi su opere astratte, sia che lo faccia su quelle figurative, andando a indagare la potenza emotiva che il colore può scatenare nell'osservatore.
Un percorso vibrante, scandito dal variare dei colori, che dal bianco virano al blu, al beige, al rosso e di nuovo al bianco. 

La collettiva è un’affascinante passeggiata all'interno dei cromatismi scelti dagli autori per intensificare e valorizzare i propri contenuti, che spaziano da un'astratta forma fino a un sinuoso corpo nudo.
La valenza monocromatica dei lavori ne accentua lo studio formale e compositivo, l'attenzione alle luci e alle ombre, il significato profondo, strettamente interconnesso alla cromia scelta.
Monocromo” è quindi l'occasione per un itinerario artistico estremamente mutevole, volubile e a tratti imprevedibile. La scansione dei colori e il loro cambiamento, passo dopo passo, ci accompagnano infatti nell'analisi emozionale delle opere e dell'impatto che esse hanno su di noi.


Il colore è un mezzo di esercitare sull'anima un'influenza diretta. Il colore è un tasto, l'occhio il martelletto che lo colpisce, l'anima lo strumento dalle mille corde”.
Kandisky


affluente
60x100 anno 2015













https://www.facebook.com/events/250308662211981/?active_tab=discussion

26 novembre 2017

CARTOGRAPHIE

CARTOGRAPHIE
mappe interiori

03/17 dicembre 2017 
studiolo del Circolo Artistico di Arezzo 
Palazzo Guazzesi , Corso Italia 108 , 52100 Arezzo

L'esposizione, ad ingresso libero e gratuito, sarà visitabile dal lunedì al venerdì con orario 15/19,30 e dal sabato alla domenica con orario 10/19,30. negli altri orari visita su appuntamento. 
Domenica 3 dicembre, alle ore 18,00, l'inaugurazione con brindisi 

















                                                                            
COMUNICATO STAMPA

Cartographie
Laura Serafini espone nello Studiolo del Circolo Artistico di Arezzo dal 3 al 17 dicembre

AREZZO – Dal 3 al 17 dicembre 2017 lo Studiolo del Circolo Artistico di Arezzo, in Corso Italia 108, ospita “Cartographie. Mappe interiori, mostra personale di pittura di Laura Serafini.
L’esposizione, a ingresso libero e gratuito, sarà visitabile nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 15 alle 19,30; sabato e domenica dalle 10 alle 19,30.

LA MOSTRA:
Laura Serafini torna a esporre con una personale nella sua città e lo fa in uno dei periodi più belli dell’anno, quello prenatalizio. Lo Studiolo del Circolo Artistico, al piano terra di Palazzo Guazzesi, diventa il luogo ideale per presentare al pubblico la sua produzione recente.

La carta, con i segni del tempo, è da anni il supporto privilegiato delle opere dell’artista aretina, perché racconta una sua storia, simboleggia il progetto, lo studio, la riflessione.
Nell’arte della Serafini i cartamodelli, le mappe e le carte nautiche sono elevate a ruolo di trama/destino, come un dna reso visibile con linee, numeri e punti. Su di loro si sviluppa magicamente la figura umana disegnata, che è lieve, inconsistente e capace di interagire con la base.

«Le cartografie sono la rappresentazione simbolica di informazioni tecniche e scientifiche. Nel mio lavoro le utilizzo perché contengono dati esatti, descrivono luoghi, distanze, aspetto e struttura – spiega la pittrice. – Mi affascina la relazione tra la biologia dell'essere umano e queste carte complesse, che richiedono informazioni e competenze per essere decodificate. Nascono così racconti, quasi confidenze che parlano di identità, legami e ricerca di una piccola particella a cui appartenere».

Quelle di Laura Serafini sono mappe dell’anima, codici tracciati sulla pelle da un’autrice che, in ogni sua opera, ci svela la ricerca continua di un punto di equilibrio tra disegnare un corpo e rappresentarne le pulsioni.
«Siamo il risultato di una strana alchimia tra origine e cammino, luogo e tempo. In un tempo di rabbia e incertezza esprimo il malessere di crescere, l’indagine identitaria, lasciando i corpi al loro percorso, sottovoce, come un sussurro che calma lo spirito. La terra è la mia genesi: non devo far altro che seguire il segno e incedere in cerca di me stessa».

L’ARTISTA:
Laura Serafini è nata a Subbiano nel 1965 e vive e lavora ad Arezzo. Inizia a dipingere da autodidatta e in seguito approfondisce la conoscenza delle tecniche frequentando corsi di pittura, scultura, disegno da vivo e nudo dal vero.
Con uno stile figurativo in costante evoluzione, intraprende negli anni un percorso che la porta a indagare l'essere umano in tutte le sue sfaccettature e contraddizioni e a riflettere sulla costruzione dell'identità.
Dal 2005 espone con personali e collettive in Italia, Francia, Germania e Bulgaria. Negli anni ha partecipato a rassegne d’arte, concorsi, premi nazionali e internazionali, ottenendo importanti riconoscimenti.



addetto stampa: Marco Botti 




(intro 02)
60x100
2017

emi-stasi
67x55
2017

marea 02
80x60
2017

meridiano
35x35
2017