08 ottobre 2013

L'alchimia dell'ARTE



Laura Serafini, artista, vive ed opera ad Arezzo.
Dopo aver approfondito la conoscenza delle varie tecniche artistiche frequentando corsi di pittura, scultura e disegno di nudo dal vivo, dal 2005 ha iniziato a partecipare a rassegne d'arte, concorsi, premi nazionali ed internazionali, ottenendo importanti riconoscimenti. Ha esposto in numerose mostre, personali e collettive, in Italia, Francia, Germania e Bulgaria.
Con uno stile figurativo in costante evoluzione, intraprende un percorso artistico che negli anni la porta ad una personale riflessione sulla costruzione dell'identità: doloroso, contraddittorio, sorprendente cammino alla scoperta di se, intricata trama di sottili fili che legano corpo e anima.

" ogni quadro è un viaggio appassionante senza valigia e senza meta"


 Siamo il risultato di una strana alchimia tra origine e cammino, luogo e tempo.
Sono nata in Casentino (Arezzo) in una famiglia contadina tra campi e boschi, sono cresciuta imparando che il valore è dato dal saper fare, così ho lavorato e la mia creatività l'ho utilizzata per scopi pratici.
Poi sono diventata madre e la mia vita ha cambiato direzione.
Non c'è niente di utile nel creare la vita, è un salto nel buio terribile e meraviglioso e come Alice che si lascia cadere nel buco, io ho cominciato il mio viaggio di artista.
Un nuovo, sorprendente mondo si è manifestato, ho studiato tecniche pittoriche, scultura, restauro, disegno dal vivo, ho esplorato il colore lasciando che invadesse la mia vita ed ho cercato la mia strada esponendo in mostre personali e collettive in Italia, Francia, Germania, Bulgaria e partecipando a numerosi concorsi .
Uno stile figurativo in costante evoluzione caratterizza il percorso che mi ha portato ad indagare l'essere umano in tutte le sue sfaccettature e contraddizioni, a cercare un punto di equilibrio tra disegnare il corpo e rappresentarne le pulsioni.
Così, se la tecnica insegna a camminare, gli incontri segnano le svolte e frequentando un corso di nudo accademico ho conosciuto giovani artisti contemporanei che hanno allargato il mio orizzonte.
Per le mostre/progetto “micropiscin[..]rcheologica”, “corpo /movimento” e “caserma archeologica” che sono seguite, ho sperimentato usando nuove forme espressive ed è nato il video "c'è un tempo per ogni cosa [ Ecclesiaste 3] e installazioni come “FIAT LUX”che raccontano la vita tradotta dall'uomo in forma scritta.



Ho iniziato ad usare carte tecniche come cartamodelli, mappe e carte nautiche, elevandole a ruolo di trama/destino mentre la figura disegnata è divenuta lieve, inconsistente, capace quindi di interagire con il supporto senza dominarlo
In un tempo di rabbia e incertezza esprimo il malessere di crescere, la ricerca di identità, donando i corpi al loro percorso, sottovoce, come un sussurro che calma lo spirito.
La terra è la mia origine, seguo il segno e cammino in cerca di me.















07 ottobre 2013

percorsi di vita fluente

progetto Donne allo specchio - svelarsi tra corpo e mente
percorsi di vita fluente
mostra personale  di Laura Serafini a cura di Marco Botti
24 ottobre 9 novembre
Centro benessere Corpo e Mente  via Tanucci 21 Arezzo

Ddal 24 ottobre al 9 novembre 2013 il Centro benessere “Corpo e Mente” di via Tanucci 21, ad Arezzo, ospita Percorsi di vita fluente, mostra personale di pittura di Laura Serafini.È il secondo appuntamento di Donne allo specchio. Svelarsi tra corpo e mente, un progetto di pittura e fotografia curato da Marco Botti per il centro benessere situato a breve distanza dal centro sportivo Pantasport (zona Pantano), che vedrà coinvolte fino al 21 dicembre 2013 quattro talentuose artiste: Elisa Girelloni, Laura Serafini, Lucrezia Senserini ed Elisa Zadi.


 Percorsi di vita fluente introduce lo spettatore a una nuova fase evolutiva e sorprendente di Laura Serafini, artista tra le più interessanti del panorama aretino attuale.
Le opere della pittrice, legate a uno stile figurativo peculiare, si fanno apprezzare per la delicata dimensione onirica, l’equilibrio tra colore e materia, il gusto squisito sia quando contemplano una tavolozza variegata, sia – soprattutto negli ultimi tempi – quando a emergere è un elegante monocromatismo.
In alcuni casi i corpi diventano superfici dove il riflesso della vita si adagia mutevole, segnando intricate trame sulla pelle, in altri esempi i protagonisti dei quadri si inseriscono in ambienti che tendono a destrutturarsi e ricomporsi in un gioco dinamico, evocando così le mille sfaccettature dell’animo umano, ma anche quel composito contenitore di esperienze, ricordi e incontri che caratterizza l’esistenza di ciascun individuo.
Dipingere per Laura è un processo creativo vitale che la fa stare bene e le dà forza, un’indagine “terapeutica” sull’universo femminile e in particolare su se stessa.
Nella sua incessante ricerca l’artista sperimenta, con esiti sempre convincenti, tecniche e supporti. Nella nuova personale sono utilizzate per la prima volta vecchie mappe idrografiche, dove i corpi sinuosamente si fondono e confondono con un reticolo infinito di sottili strade d'acqua, "come fossero vita che fluisce dentro e fuori il corpo, trasportando frammenti che sedimentano con i detriti di altre vite e vanno a mutare un corso già tracciato".

Marco Botti







Laura Serafini si svela. E tutto ciò avviene con la stessa naturalezza e profondità di sempre.
Sono evidenti le intenzioni, i significati e le trasposizioni di un corpo e di una mente in movimento. In questo caso c'è anche tanto cuore. Di donna, di madre, di artista.
É in quel motus animi che svelarsi è necessario. Per continuare a generare, creare, quindi esistere.
In Percorsi di vita fluente, dice lei.
E lo sussurra con l'emozione di trovarsi di fronte allo specchio.
É un atto di coraggio dal quale affiora spontanea l'ennesima ondata di bellezza di un'artista aretina tra le più produttive e apprezzate.
Laura tiene di conto delle distorsioni che lo svelarsi prevede e affronta la vertigine del ricordo come ritratto del tempo. Ne vengono fuori bilanci e veritas. Le figure nascono attraverso l'abilità del segno e una semplicità matura e consapevole. Le visioni impresse su carte idrografiche allargano un personale punto di vista e offrono una panoramica dettagliata di riflessioni silenziose, attese e speranze.
Francesco Botti  
stupendo articolo di un grande artista Francesco Botti

21 settembre 2013

MODELLI

Il corpo è la superficie
dove il riflesso della vita si adagia
mutevole
tracciando sottili segni ed intricate trame sulla pelle.
Ci sono ferite che lasciano tracce profonde
e silenziose gioie che tessono lenti ricami.
Puoi seguire il segno
lasciando che ti guidi in un tortuoso percorso
fino a ricongiungersi con il principio.
Allora
il progetto
sarà svelato.
Laura Serafini


IL FILO

SIDE
ALTER EGO
OPEN

12 luglio 2013

esposizione di luglio GIBIGIANA dipinti riflettenti

















detail


GIBIGIANA  dipinti riflettenti
18 luglio 4 agosto
AREZZO - Atrio d'Onore della Provincia
                 via Ricasoli 44/46


                                                        detail







La gibigiana,un danzante balenio di luce che si riflette su di una superficie.
 Il corpo è la superficie dove il riflesso della vita si adagia mutevole tracciando sottili segni ed intricate trame 

intervista dell'emittente T.S.D. http://www.youtube.com/watch?v=VjKAOd3EA1A

04 luglio 2013

caserm[...]rcheologica

 installazione   Laura Serafini










Caserm[…]rcheologica
Mostra/percorso sulla realizzazione di un’opera d’arte.
A cura di Ilaria Margutti e Enrique Moya Gonzalez
Inaugurazione sabato 6 luglio ore 17,00
Via Aggiunti 55, ex caserma dei Carabinieri
Sansepolcro (AR)



Dal 7 al 27 luglio

“La casa vuota custodisce le impronte di una vita trascorsa, imprigionata tra l’abbandono e il tempo immobile del silenzio. Le case vuote sono come persone, ferme, immutabili, sorde ai cambiamenti in attesa che l’ultima polvere le nasconda per sempre.” (Ilaria Margutti)
comunicato stampa

30 maggio 2013

esposizione VENEZIA

     

Volti e Figure

  VENEZIA

 ​PALAZZO PRIULI-BON

Santa Croce - S. Stae,1979 A
+39 3209055243


Lo spazio espositivo del Palazzo Priuli-Bon, affacciato sul Canal Grande e risalente alla fine del XIII secolo, appartenne alla famiglia Priuli che diede ben tre Dogi alla Serenissima.
 ARTRIBUNE volti e figure







 





Catalogo: Passaggio in laguna

Curatore della mostra e del catalogo: Loreta Larkina

Artisti: Lucia Balzano, Alessandra Bonci, Milton Morales, Adele Lo Feudo, Loredana Bruno De Melo, Greta Catellani, Lorella Libralesso, Alessandra Pagliuca, Antonella Falcioni, Maura Giussani, Grazia Palomba, Maria Pia Pontrandoldo, Laura Serafini.

07 maggio 2013

EROS e NATURA nella "Città del silenzio"


 Eros  e  Natura
 nella “Città del silenzio”

A  150 anni dalla nascita di Gabriele D'Annunzio
Mostra d'ARTE e POESIE 
dall' 11  al 26 maggio
 Atrio d'Onore della Provincia di Arezzo
Via Ricasoli 44/46
Orario: lunedì  16,00 . 19,30
da  martedì a domenica 10,00 . 12,30 – 16,00 . 19,30
 

“...Bruna  ti  miro  dall' aerea  loggia
che  t'alzò   Benedetto  da  Maiano
Fan  ghirlanda   le  nubi   ove   Lignano
e  Catenaia  e  Pietramala  poggia...”

28 aprile 2013

mostra all'Aerodrome Sansepolcro

                                                        "IL MIO SPAZIO" detail


3-4-5 Maggio 
  Aerodrome  Sansepolcro (Arezzo) via di Palazzolo 96-98
 mostra arte contemporanea. con Laura Serafini, Alessandra di Francesco, Claudio Facchi, Maurizio Rapiti. I pittori saranno presenti per la festa ed esporranno una selezione delle loro opere oltre ad una inedita a tema "Volo".

09 marzo 2013

mostre marzo

concorso Santansano a Dofana (Siena)
10 marzo 2013
                           SEGNO
                olio e pastelli su tela 30x60

         
                        2° premio              







CIRCOLO ARTISTICO AREZZO
la mostra prosegue fino a domenica 17 marzo

il giorno 8 marzo 2013, alle ore 18, al Circolo Artistico di Corso Italia 108, ad Arezzo, si inaugura la seconda e ultima mostra collettiva organizzata dall’associazione Chimera Arte Arezzo in questo mese.
L’esposizione, a ingresso gratuito, ospiterà fino a domenica 17 marzo 2013 una selezione di opere recenti di undici autori : lo scultore Andrea Roggi e i pittori Irma Corsini, Graziella Ghiori, Lina Giorgi, Maura Giussani, Maria Luisa Liberatori, Pasquale Marzelli, Maurizio Rapiti, Daniela Refoni, Laura Serafini e Riccardo Serafini.



                                                           A CONTI FATTI
                                        olio, sanguigna carta su seta applicata su tela  60x60

25 febbraio 2013

CORPO / MOVIMENTO

CORPO | MOVIMENTO
Mostra collettiva a cura degli allievi di RADAR – Scuola|Disegno|Nudo|Arezzo.
dal primo marzo (19'00h) 2013 a SPAZIO SEME (AR)
Via del Pantano, 36 52100 Arezzo Tel. 0575.1827337 Cell. 338.3366049 info@spazioseme.com






Il corpo ha le sue regole, le sue proporzioni, i suoi appoggi.
Nel disegno dal vero la somiglianza diviene una sfida.
La scuola RADAR, sotto la direzione di Enrique Moya Gonzalez, è un luogo dove si impara il disegno dal vero e dove il corpo, nella sua totale nudità, s'offre come forma vivente e contenitore di organi, ossa, muscoli e nervi.
Ogni volta, il lunedì e il martedì, dal tardo pomeriggio fino alla sera, gli allievi alzano le matite, affilano gli occhi, guardano i loro disegni con attenzione e senso critico.
Enrique Moya Gonzalez, con passione e rigore, dopo la bellissima esperienza della MICROPISCIN(A)RCHOELOGICA nel luglio 2012, produce il MOVIMENTO, il voler scoprire, vivere e trasformare un altro luogo di Arezzo, coinvolgendo gli allievi della scuola in qualità di artisti in grado di comunicare il proprio punto di vista.
Sul CORPO e sul MOVIMENTO.
CORPO|MOVIMENTO è un salto che decentra l'applicazione per il ritratto, verso la libera interpretazione attraverso il concetto, proprio dell'arte contemporanea. E' un senso di vertigine, osservazione, imitazione, realizzazione figurativa.
Nel tempo e nello spazio.
La sintesi evocativa del concetto è l'obiettivo.
Concetto e contesto.
Il corpo, spesso limite invalicabile per il cuore (e per l'anima), ispira e genera un movimento insolito, come un riflesso. E' la scoperta e la consapevolezza verso tale riflesso che permette di conoscere consce e inconsce possibilità espressive del corpo.

Silvia Argilli, Tullio Casi, Carla Ermini Rasi, Laura Fantucci, Maura Giussani, Maria Grazia Zanghi, Daniele Luconi, Marta Mazzini, Elisa Pecchi, Laura Serafini, Amarilli Soriente, Federico Tonioni, hanno visto e sentito quello che abita lo SPAZIO SEME, luogo d'incontro per corpi, movimenti e contatti.
Hanno immaginato e hanno allestito le loro opere.
Perché il CORPO è forma vivente, ma anche luogo di pulsioni istantanee e preziosa memoria.

18 gennaio 2013

mostre a Montevarchi

L'ARTE per L'ARTE    
IL RITRATTO

19 gennaio  10 febbraio 2013

  MONTEVARCHI ARTE l'arte per l'arte



                          RITRATTI FRA PITTURA E SCULTURA
                          galleria Montevarchi Arte via Marzia 82-84
                                                                    
                                                                 



                                                                            RITRATTO D' ARTISTA
fotografie ed opere pittoriche a confronto
in collaborazione con l'associazione fotoamatori Francesco Mochi
auditorium comunale  via Marzia 94